Come Posizionare un Sito e Fare Seo nel Settore del Turismo

Come Posizionare un Sito e Fare Seo nel Settore del Turismo


Iniziamo dall’inizio, cos’è la SEO? La SEO è l’attività con la quale uni sito internet viene ottimizzato agli occhi dei motori di ricerca.

E’ importante per un sito internet? Si, che il tema trattato sia relativo al settore turistico o altro settore, la SEO è indispensabile per un sito internet. Lo scopo di tale attività sarà quello di migliorare il posizionamento organico sui motori di ricerca. In parole povere, l’attività di SEO dovrà essere svolta per far sì che il maggior numero possibile di persone possa arrivare da Google (o altro motore di ricerca) sul proprio sito.

Nel caso specifico, ossia in ambito turistico (vedi ad esempio il nostro portale dedicato alla Puglia o il sito internet di qualsiasi albergo, hotel o tour operators), lo scopo dell’attività SEO sarebbe quello di ottimizzare il sito affinché il maggior numero di visitatori possa raggiungerlo e procedere con un acquisto o una prenotazione.

Migliore sarà il posizionamento organico di un sito internet, maggiore sarà il numero dei visitatori che arriveranno, a patto che ci si posizioni per parole chiave di interesse e ricercate.

Bisognerà quindi decidere inizialmente per quali parole chiave ci si vorrà posizionare. Per esempio, un albergo avrà interesse principalmente per due parole chiave: “nome albergo”, “albergo città”.

Per il nome albergo il lavoro da svolgere è abbastanza semplice, basterà fare un buon lavoro sul proprio brand. Per la chiave hotel città”, per esempio nel nostro caso hotel Bari” il discorso si fa più complicato.

Il motivo è semplice, più la parola chiave è ricercata, maggiore sarà la competizione online. Ovviamente nella città di Bari (presa come esempio dato che il nostro sito tratta la Puglia), non esiste un solo hotel. Ogni hotel di Bari con un proprio sito internet deve competere contro gli altri e cercare di posizionarsi in cima ai risultati quando un utente cerca appunto la parola chiave “hotel Bari”. Ovviamente posizionarsi tra le prime posizioni significa avere più possibilità che l’utente diventi un proprio cliente.


Passiamo al dunque: come fare questa attività SEO nella maniera migliore? Abbiamo principalmente due possibilità. La prima è quella di affidarsi ad un’Agenzia SEO e delegare a loro tutte le mansioni. La seconda è quella di diventare un SEO ed eseguire tutte le attività per proprio conto.

Logicamente non si diventa SEO da un giorno all’altro, c’è bisogno di tanto studio, per imparare conviene seguire un corso SEO, se sei interessato clicca qui.

In entrambi i casi, sia che si scelga di affidarsi ad un’agenzia di Seo e Web Marketing, sia che si scelga di frequentare un corso SEO, sarà necessario verificare che il sito sia veloce e responsive.

Si, le prime cose da valutare saranno proprio queste. La velocità di un sito dipende da diversi fattori e tra i tanti quello principale riguarda il server su cui è situato. La velocità di caricamento potrà essere migliorata ulteriormente sfruttando i sistemi di cache.

Per quello che riguarda il fattore responsive, per chi non fosse addetto al settore (ma lo vorrebbe diventare), ci si riferisce al fatto che il sito internet dovrà essere ottimizzato per tutti i dispositivi. Ciò vuol dire che dovrà essere perfettamente leggibile e usufruibile dagli utenti non solo da pc ma anche da tablet e da smartphone. Questo fattore ad oggi è davvero indispensabile per ottenere un buon posizionamento su Google per ogni tipo di sito, non solo per quelli che parlano di turismo. Questo perché Google ormai punta sempre di più a posizionare meglio i siti che offrono i propri contenuti in maniera ottimizzata per smartphone con connessione rete dati.