Cosa Vedere a Palagianello, tra Storia, Chiese ed il Castello

Cosa Vedere a Palagianello, tra Storia, Chiese ed il Castello


Che cosa visitare all’interno di Palagianello, comune italiano della provincia di Taranto, nella regione Puglia? In relazione all’estensione di Palagianello a 43,27 km², l’area risulta la più piccola dell’area provincia tarantina occidentale.

Il comune di Palagianello confine con i territori di Palagiano, Mottola e Castellaneta, suddivisa in ben otto contrade: Serra Pizzuta, Parco del Casale, Parco di Stalla, Conche, Sacramenti, Titolato, Conocchiella e Difesella.

 

Storia

Il comune di Palagianello, in precedenza all’età moderna, verso gli inizi del XIX secolo, fu soggetto all’autonomia amministrativa in veste di Università, in relazione alle prammatiche di Ferrante I d’Aragona risalenti alla seconda metà del Quattrocento.

L’Università era presieduta dal sindaco insieme a tre persone elette da lui stesso scelte. Nel 1806, con l’avvento delle leggi eversive della feudalità, furono abolite anche le autonomie amministrative, andando a ripartire il Regno di Napoli in tredici diverse province, distretti e circondari, sotto la possibilità semplificata dell’aggregazione di alcuni comuni nelle aree abitative inferiori ai mille abitanti.

Palagianello divenne a tutti gli effetti una frazione di Palagiano, ricevendo di conseguenza una debole attenzione da parte degli amministratori, motivo per il quale si verificò il cosiddetto rafforzamento nelle cariche pubbliche ed economiche da parte dei civili e dei possidenti, ossia delle famiglie borghesi.

Il malcontento generale da parte della popolazione si evidenziò a partire dalla fine del XIX e l’inizio del XX secolo, a causa dello stato di abbandono, richiedendo l’eventualità di un’aggregazione comunale allora rifiutata. Al comune di Palagianello fu concesso l’autonomia grazie alla legge 6 giugno 1907, n. 318.

Nel giorno del 4 agosto del 1913, con deliberazione del Consiglio Comunale n. 48, venne sancita la forma attuale dello stemma di Palagianello a rappresentazioni naturali, come la mucca, il vitello e il prato, mentre il colore azzurro rappresenta il firmamento e allo stesso tempo l’oceano.

 

Cosa Vedere

Recandosi in visita a Palagianello si potranno ammirare sia il paesaggio che diversi tratti rurali caratteristici. Il villaggio di Palagianello si presenta visitabile e percorribile su più livelli, favoriti da scalinate e sentieri.


 

Chiese

Uno degli edifici da visitare risulta sicuramente la Chiesa di San Girolamo, a forma tipicamente trapezoidale, presentando cinque nicchie all’interno nonché due altari posti ai lati a formare una sorta di santuario dalle dimensioni ridotte.

Risalente all’alto Medioevo anche la Chiesa di Sant’Andrea, parzialmente distrutta a causa dell’apertura di una cava, ristrutturata e ampliata più volte nel corso dell’epoca bizantina. Anche la Chiesa di San Nicola conserva al suo interno un tesoretto di monete veneziane risalente al XV secolo, mentre ancora più antica è la Chiesa Anonima, utilizzata in passato per usi agricoli.

Tra le altre Chiese la Madonna delle Grazie e il Castello feudale, a rappresentanza delle costruzioni rupestri tipiche del territorio. Tra gli eventi annuali presenti a Palagianello si trovano: Festa della Madonna delle Grazie; Festa di sant’Antonio da Padova a Montedoro; Festival internazionale del Folklore; Pellegrinaggio a Capurso per la festa della Madonna del Pozzo; Fiera di san Martino; Festa della Madonna del Rosario; Estate Palagianellese; Mercatino di Natale.

 

Castello

Nel punto più alto di Palagianello si erige il Castello Feudale. Dal luogo in cui si trova, molto strategico, è possibile ammirare tutto il territorio circostante, con una vista a 360 gradi che permette addirittura di poter ammirare le montagne della Calabria appartenenti al massiccio della Sila.

Il castello fu probabilmente costruito dalla famiglia Domini Roberti nel XVI secolo per difendere il Casale di Palagianello. La struttura difensiva dovrebbe essere stata terminata nel XVII secolo dai Caracciolo.

Ad oggi l’ingresso è sul lato sud ma inizialmente era situato ad ovest dove, per accedervi, era necessario transitare su un ponte levatoio, ad oggi ancora presente.

 

Informazioni Utili

Il comune di Palagianello è situato a 130 metri sul livello del mare e fa parte della Provincia di Taranto. Tra i comuni confinanti troviamo Mottola, Palagiano e Castellaneta.

Il codice postale è 74018 mentre il prefisso telefonico è lo 099.

Come si chiamano gli abitanti di Palagianello? Si chiamano Palagianellesi.

La festa del Santo Patrono, la Madonna delle Grazie, si festeggia il 31 maggio.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi