Cosa Vedere a Nardò

Cosa Vedere a Nardò


Nardò vanta circa 32.000 abitanti ed è un bellissimo comune pugliese della provincia di Lecce. Si trova a pochissimi km dal Mar Ionio ed è situata nel fantastico Salento. Vediamo cosa vedere a Nardò, cosa può offrirci questa stupenda cittadina?

Il paese è ricco di storia, nel periodo dei bizantini ebbe un importante periodo di splendore e, a partire dal 1497, divenne sede di varie Accademie ed Università, tanto da diventare il centro culturale più importante del Salento.

La cittadina confina con Veglie, Porto Cesareo, Salice Salentino, Galatina, Galatone, Avetrana, Copertino e Leverano. A pochi km è quindi possibile ammirare posti dalla straordinaria bellezza come il mare di Porto Cesareo. Ma anche il comune di Nardò offre tanti luoghi da visitare, vediamone insieme alcuni.

 

Strutture Religiose da Visitare a Nardò

Come sempre chi ama i viaggi ed il turismo fa, come da prassi, un giro tra le Chiese e le strutture religiose più importanti del luogo che sta visitando. A Nardò troviamo la Basilica Cattedrale di Santa Maria Assunta, una chiesa che fu costruita sulle fondamenta della vecchia Sancta Maria de Nerito, una chiesa basiliana. Le altre strutture religiose che meritano di essere visitate sono: la Chiesa di San Domenico, la Chiesa dell’Immacolata, la Chiesa di Santa Chiara, la Chiesa Beata Vergine Maria del Carmelo, la Chiesa di Santa Maria della Purità, la Chiesa di Sant’Antonio da Padova ed il Seminario Vescovile.

 

Palazzi Storici da vedere a Nardò

Il paese non è ricco solo di strutture religiose. Ci sono tante strutture civili che andrebbero visitate. Quali? Il Teatro Comunale sicuramente merita di essere visitato. Lo stesso discorso vale per il Sedile, per la Torre dell’Orologio e per i vari palazzi storici del paese come il Palazzo dell’Università, il Palazzo Chiodo, il Palazzo De Pandi ed il Palazzo Il Mignano.


Non dovrebbe mai mancare poi la visita al Castello Acquaviva, una struttura militare che, secondo le fonti storiche, dovrebbe essere risalente almeno al XV secolo. Il nome Acquaviva deriva dal cognome omonimo della famiglia che all’epoca, cioè nel periodo in cui si passò dalla dominazione angioina a quella degli Aragonesi, rappresentava il rango più alto del paese.

Altri luoghi da visitare a Nardò sono sicuramente la Piazza Salandra, la Guglia dell’Immacolata, la Fontana del Toro, il Tempio de L’Osanna ed il Giardino Botanico Storico, chiamato anche come Villa Comunale.

Nel comune di Nardò rientrano anche delle aree naturali: il Parco di Porto Selvaggio e la Palude del Capitano.

 

Siti Archeologi da visitare a Nardò

Se i luoghi storici del paese, le chiese ed i monumenti da visitare non sono abbastanza perchè amate la storia, a Nardò è possibile visitare diversi siti archeologici. Vi è infatti un insediamento portuale risalente al periodo dei messapi, lungo il litorale del mar Ionio nei pressi di Santa Caterina. Da visitare vi sono poi il sito archeologico di Serra Cicora e l’insediamento delle Tagliate, di origine rupestre.

 

Musei da Vedere

Non mancano di certo i musei in una città ricca di storia come questa. Consigliamo di visitare il Museo della Memoria e dell’Accoglienza, il Museo del Mare, il Museo Archeologico dei Ragazzi, il Museo del Mosaico, il Museo Diocesano, il Museo Didattico di Preistoria ed il Museo della Civiltà Contadina e delle Tradizioni Popolari.

 

Vini Pregiati di Nardò

Nella cittadini si mangia la cucina tipica salentina ma cosa si beve? Sono tre i vini pregiati che è possibile assaporare nel territorio: il Nardò Rosso, il Nardò Rosato ed il Nardò Rosso Riserva.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi