Roccaforzata, Dov’è, Cosa Fare e Cosa Vedere



Quali si dimostrano essere le principali attrazioni presenti a Roccaforzata in provincia di Taranto? Il paese pugliese è rinomato soprattutto dal punto di vista del proprio sostentamento rivolto all’agricoltura, vantando una storia antica risalente alla fine del secolo XV secolo.

Nel 1561 Roccaforzata divenne un feudo della famiglia La Forza, origine dell’aggiunta dell’appellativo in ‘Forzata’.

L’ultima baronia collegata alla storia antica di Roccaforzata è rappresentata dalla famiglia Chiulia, presente fino al 1804, in precedenza alla dichiarazione di estinzione del regime feudale stesso. All’interno del paese si trovano soprattutto il Castello e la Chiesa della Santissima Trinità, consistenti nelle principali tappe obbligatorie durante la visita turistica del luogo.

 

Dov’è

Il comune sorge su di una collina tra le più alte della Serra di Sant’Elia, un complesso collinare della provincia di Taranto prosieguo dell’altopiano murgiano, mentre il nucleo storico si erge direttamente sull’orlo del precipizio.

I collegamenti principali odierni per raggiungere Roccaforzata sono rappresentati dall’Autostrada A14 Bologna-Taranto (barriera di Massafra) da e per l’Italia settentrionale; la Strada statale 7 ter Salentina Taranto-Lecce; la S.S. 7 Appia da e per Brindisi.

 

Cosa Vedere

Il Castello

Il rinomato Castello di Roccaforzata rappresentava in passato il principale sistema di Torri difensive collegate alla città di Taranto, costruito in origine con le pietre locali del territorio. L’aspetto del Castello di Roccaforzata ha assunto le proprie sembianze di un Palazzo tipico Baronale soltanto nel periodo del Cinquecento.



All’interno del paese di Roccaforzata il Castello ha assunto e preservato il proprio fascino grazie anche alle numerose leggende circolanti in merito alla presenza di fantasmi, oltre alle storie tramandate per via orale. A livello architettonico il Castello di Roccaforzata si presenta come una pianta rettangolare con la facciata rivolta verso levante.

Le stanze del Castello collocate al piano terra sono provviste di alcune finestre, mentre nell’area superiore si trovano monofore rettangolari. Tutti gli ambienti del Castello di Roccaforzata si ramificano intorno all’atrio di forma rettangolare, sotto un accesso dall’esterno tramite l’ampio androne.

 

Chiese

All’interno di Roccaforzata, oltre al Castello in stile palazzo baronale, si trovano anche diverse Chiese caratteristiche meta di turisti, religiosi e curiosi del luogo. Una delle strutture più interessanti è rappresentata dalla Chiesa della Santissima Trinità, risalente ad una delle costruzioni del XVI secolo.

 

Chiesa della Santissima Trinità

La Chiesa della Santissima Trinità presenta uno stile architettonico romanico, impreziosita da un rosone posto al centro della facciata. La struttura ha subito qualche variazione in seguito alla necessità di un restauro completato tra il 1955 e il 1957. Al suo interno è possibile visitare la preziosissima tela dedica alla Santissima Trinità.

 

Santuario Madonna della Camera

All’interno di Roccaforzata si trova inoltre il Santuario Madonna della Camera, distante 2 chilometri dell’abitato, situato all’interno del villaggio di Mennano. Il Santuario Madonna della Camera risulta da sempre meta di pellegrinaggi religiosi della provincia, mentre al suo interno è possibile visionare i numerosi affreschi risalenti all’epoca del Medioevo, nonché l´icona della Madonna.

 

Chiesa San Nicola

La Chiesa San Nicola presente a Roccaforzata conserva invece un’origine sconosciuta, con tracce risalenti al 1578, in occasione della visita di Monsignor Brancaccio.