Taranto, cosa vedere assolutamente

Taranto, cosa vedere assolutamente


Un sapore di mare che pervade tutta la città, a partire dal molo fino al centro storico. Se si dovesse trovare una descrizione di Taranto forse questa sarebbe la più corretta.

Tra le più belle città della Puglia, chiamata non a caso “Città dei due mari” , racchiude in sé tantissime cose da visitare.

Con i tour di pugliaprivatetour.it è possibile immergersi in questa meravigliosa città ricca di storia, sapori e culture senza tempo.

 

Un tuffo nel passato

Avendo parlato di “Città dei due mari” il tuffo sarebbe da fare nelle splendide acque che cingono la città. Tuttavia anche il Centro Storico di Taranto sa regalare esperienze interessanti al turista che per la prima volta decide di visitare questa città pugliese.

Proprio nel Centro Storico è infatti racchiusa una delle più imponenti ed interessanti costruzioni, l’ipogeo De Beaumont Bonelli Bellacicco. Si tratta di un vero e proprio concentrato di memorie perdute che racchiude in sé pezzi di storia antica.

A partire da epoche geologiche antichissime passando per i periodi greci, bizantini e medievali fino a giungere al XVII secolo. Un totale di 700 mq per raccontare una storia senza tempo.

L’edificio più importante di Taranto però è senza dubbio il Castello Aragonese, denominato anche Castel S. Angelo. Questo presenta una massiccia pianta quadrangolare.

La parte più esterna è risalente al lontano 916 e fu fondata dai Bizantini principalmente per offrire protezione al borgo da eventuali attacchi da parte della Repubblica Veneziana. Successivamente, nel 1486 Ferdinando II d’Aragona ne ordinò l’ampliamento dando vita alla struttura che è possibile osservare oggi.



La nuova struttura del Castello doveva presentare 7 torri allineate lungo il profondo fossato situato tutt’intorno la struttura.

 

Altro da Vedere

A Taranto però non c’è solo il Castello Aragonese ma tanto altro. Non è da meno a quest’ultimo infatti la Fortezza di Laclos un’antica struttura voluta da Napoleone Bonaparte alla fine del XVII secolo.

La Fortezza fu voluta da Napoleone per rendere Taranto uno dei suoi principali avamposti nel Mediterraneo. Il nome deriva dal generale De Laclos al quale per l’appunto fu affidata la fortezza. C’è da dire che oltre ad essere una struttura magnifica dal punto di vista militare ed architettonico, questa presenta anche una certa rilevanza dal punto di vista paleontologico. Sulla base sono infatti incastonati alcuni fossili nei blocchi calcarei che costituiscono la struttura.

Infine non bisogna lasciarsi sfuggire anche la Cattedrale di San Cataldo. Questa si erge su un edificio bizantino risalente al X secolo. Su questa antica struttura venne costruita la chiesa attuale verso la fine del XI secolo mantenendo alcuni elementi di rilievo del palazzo precedente.

 

Clima e Arrivo

Taranto è una città che dal punto di vista climatico rappresenta senza dubbio il luogo ideale per il turismo. L’estate è generalmente molto calda ma accarezzata dalla brezza marina che in questa meravigliosa città non manca mai.

Le piogge si concentrano per lo più tra novembre e dicembre.

Arrivare a Taranto non è difficile. Per chi viaggia in auto c’è la Milano – Bologna – Canosa e poi la superstrada Bari – Lecce e Lecce – Taranto.