Torricella: cosa vedere oltre al Castello e al Mare cristallino di Torre Ovo

Torricella: cosa vedere oltre al Castello e al Mare cristallino di Torre Ovo


A Nord-Occidente del Salento, in Puglia, in provincia di Taranto si trova un piccolo e grazioso Comune chiamato Torricella che, magari durante le vacanze estive, potrebbe essere davvero interessante visitare. Ma qual è la sua Storia? E quali sono i luoghi di maggiore interesse da vedere

 

Storia

La storia di questo piccolo centro pugliese è iniziata più o meno nel X Secolo, mentre intorno al 1400 alcune famiglie nobili, come i Capitagno e i Santoro, hanno governato (diventando di fatto i padroni) Torricella.

La città si trova all’ombra di un enorme Castello che, con le sue cinque torri, sovrasta il centro storico ed è stato edificato nella seconda metà XV Secolo, più precisamente in epoca aragonese, inoltre questa è una delle pochissime costruzioni che ancora oggi sono rimaste ancora intatte.

Praticamente da sempre, l’economia di Torricella si basa principalmente sull’agricoltura e, inoltre il paese è anche particolarmente famoso la sua ricchissima produzione di frumento e di frutti come i fichi.

 

Cosa Vedere

Come abbiamo già accennato sopra a Torricella è presente un monumentale castello in tufo, chiamato Castello Muscettola, però ovviamente questo non è l’unico edificio che un turista potrebbe vedere, in quanto sono presenti innumerevoli altri luoghi di maggiore interesse che sono assolutamente da visitare, ovvero:


  • La Torre dell’Orologio, edificata nel XVII Secolo e che ha sempre fatto parte della costruzione nobiliare (che è una vera e propria abitazione), appartenente dal 1961 alla famiglia de Cillis, ubicata esattamente alla sua destra, anche se comunque è bene ricordare che nel 1925 la Torre è stata donata a Torricella dal Podestà Paolo Franzoso
  • La Cripta della Santissima Trinità, talmente antica che è datata al XII Secolo e si trova su in piccolissimo altopiano, nelle campagne circostanti, dove sorge una Chiesetta ubicata tra le piantagioni degli ulivi secolari e, per poter visitare la Cripta (a cui i fedeli del luogo si recano in processione in occasione della SS. Trinità), bisogna passare in una grotta sotterranea
  • La Nuova Chiesa dedica alla Santissima Trinità, che è stata inaugurata in tempi davvero molto recenti in quanto questo è avvenuto solamente nel 1987, a benedire l’edificio è stato l’arcivescovo di Taranto di quegli anni, Salvatore De Giorgi
  • La Chiesa di San Marco Evangelista
  • La Chiesa della Madonna del Rosario, che la gente del luogo chiama anche molto più semplicemente con il nome l’Oratorio
  • La Chiesa della Madonna delle Grazie.

Come abbiamo potuto vedere sono davvero molti gli edifici civili e religiosi da poter vedere, soprattutto per la felicità di quella tipologia di turisti che sanno apprezzare particolarmente le opere d’arte, per cui, le vacanze diventano un’ottima occasione per scoprire quali sono i posti di maggiore interesse di una città.

Ovviamente però per chi fosse molto meno propenso a viveva una vacanza all’insegna della cultura, preferendone invece una caratterizzata dal mare e dal sole, godendosi giustamente un po’ di sano e meritato relax estivo dopo un anno di intenso lavoro, è possibile recarsi in una località vicina a Torricella, Torre dell’Ovo (o meglio Torre Ovo) dove oltre a una spiaggia magnifica si trova un mare cristallino.

 

Informazioni Utili

Il Comune di Torricella si trova in Puglia e fa parte della Provincia di Taranto. Si divide in piccole frazioni chiamate Contrada Cotugno Samia, Contrada Palermo, la zona di mare Torre Ovo Librari Truglione ed una piccola comunità di persone chiamata Monacizzo.

Il CAP del paese è 74020 mentre il prefisso telefonico è lo 099.

Il Santo Patrono di Torricella è San Marco (che si festeggia il 25 aprile) ma il paese è molto devoto anche alla Madonna delle Grazie.

I paesi confinanti sono Sava, Maruggio e Lizzano.

Come si chiamano gli abitanti di Torricella? Il loro nome è Torricellesi.