Verdure in Pastella alla Pugliese: ricetta e preparazione


La tradizione gastronomica pugliese è ricca di piatti e tradizioni gustosi, tramandati di generazione in generazione ed esportati in molti altri paesi. Le verdure in pastella sono un classico contorno comune a molti paesi, ma ognuno sviluppa un modo diverso per realizzarlo, aggiungendo un tocco personale a distinzione delle varie regioni di provenienza.

Una delle varianti di questa ricetta pugliese è costituita dalla tempura caratteristica del Giappone, rivisitata e adattata alla tradizione pugliese del territorio, dove vengono fritte le diverse verdure quali peperoni, finocchi, melanzane, zucchine e cipolle intinte in una pastella cremosa e fritte in olio extravergine di oliva. In questo caso viene utilizzata anche l’acqua frizzante fredda, ancor meglio se ghiacciata e accompagnata da veri e propri cubetti di ghiaccio ai quali aggiungere la farina.

Nella versione della classica frittura in pastella delle verdure pugliesi invece si trova una ricetta poco differente, adatta per qualsiasi occasione, festività, antipasto, oppure merenda snack. Le verdure in pastella vengono anche definite come una delle ricette “delle nonne pugliesi”, tramandate di madre in figlia proprio come si usava fare per altre preparazioni gastronomiche del territorio.

Piccola variante per degli ottimi funghi in pastella

 

VERDURE IN PASTELLA ALLA PUGLIESE: COME REALIZARE QUESTO PIATTO SEGUENDO LA RICETTA

INGREDIENTI



  • 450 grammi di verdure miste
  • 1 tuorlo d’uovo
  • acqua gassata
  • 50 grammi di farina
  • olio extra vergine d’oliva q.b.
  • sale q.b

 

PREPARAZIONE: come primo procedimento per preparare questa semplice ma gustosa ricetta si dovranno lavare le singole verdure scelte per la frittura che potranno essere zucchine, cipolle, peperoni, finocchi, melanzane, e in alternativa carciofi, foglie di salvia, a seconda dei propri gusti personali volendo variare la classica preparazione. Dopo aver lavato e asciugato le verdure con carta assorbente si potrà procedere al taglio sottile delle stesse, seguendone la linea orizzontale oppure verticale a seconda delle dimensioni.

A questo punto dovranno essere sbollentate attraverso una cottura al vapore per circa cinque minuti, in seguito tolte dall’acqua e lasciate raffreddare. Si potrà quindi procedere con gli ingredienti per la preparazione della pastella, amalgamando insieme la farina, il tuorlo dell’uovo, aggiungendo un pizzico di sale e un pò d’acqua gassata fresca, non ghiacciata. Il tutto dovrà essere lavorato con una frusta a mano, amalgamando insieme gli ingredienti fino all’ottenimento di una pastella cremosa. Il composto dovrà essere ricoperto da uno strato di pellicola trasparente da cucina, oppure un panno, e lasciato riposare a temperatura ambiente per almeno 30 minuti.

In una pentola a parte, oppure una padella capiente, dovrà essere scaldato l’olio per la frittura, mentre le singole verdure andranno intinte una ad una all’interno della pastella e poi trasferite nel liquido bollente. La frittura dovrà risultare dorata su entrambi i lati delle verdure prima di essere tolta dall’olio e lasciata riposare su carta assorbente. Le verdure in pastella potranno essere servite sia calde, che tiepide, oppure fredde, in accompagnamento ad un secondo piatto o come antipasto ideale sia per il pranzo della domenica che durante le feste, come antipasto, in abbinamento ad altra frittura.



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi